I benefici del DO IT YOURSELF | È primavera, svegliatevi piantine!

Magari non ci credi ma le mani sono ciò che ha reso intelligente la specie umana. Man mano che l’uomo imparava ad usare le mani per costruire oggetti, si riduceva nella testa lo spazio occupato dai muscoli facciali e si espandeva il cervello.

È un paradosso, perché normalmente il lavoro manuale è considerato un lavoro minore. Invece, lavorare con le mani richiede concentrazione e intelligenza almeno pari ad un lavoro intellettuale.

A differenza del lavoro intellettuale, però, il lavoro manuale non crea stress. Al contrario, ci rilassa, ci libera la mente dai pensieri cupi; ci distoglie dalle preoccupazioni.

Le attività manuali sono il regno dei bambini. Più si diventa adulti, meno lavori manuali si fanno. Eppure esse fanno bene al cervello perché stimolano la produzione di endorfine. Riducono l’ansia; aiutano l’autostima; migliorano l’umore.

Quando diminuiscono le occasioni di svago puoi restare seduto davanti allo schermo di un computer, di uno smartphone o della televisione; oppure puoi mettere in azione tutti i tuoi sensi costruendo qualcosa con le tue mani.

Strappa dal corpo il peso delle tensioni quotidiane e regalati la soddisfazione di dire: «Questo l’ho fatto io!».

Toccare, modellare, cucinare, cucire, coltivare, dipingere, fare l’uncinetto fanno bene e ci rendono felici (oltre che più creativi). E sono un ottimo metodo per fare meditazione.

«Le dita di una mano: cinque punti cardinali che indicano l’infinito»: questa frase di Fabrizio Caramagna è una delle mie preferite.

E allora usiamole queste cinque dita. Per esempio per realizzare con le nostre mani un vaso in terra cruda che ospiterà le piantine aromatiche o decorative da mettere sul davanzale, sul balcone o sulla scrivania.

È primavera, svegliatevi piantine!

Lo so che anche tu senti il richiamo della primavera: i vivai traboccano di fiori meravigliosi e tu muori dalla voglia di portare un po’ di bella stagione nel tuo appartamento o nel tuo ufficio.

Non sei solo tu: il micro-giardinaggio fa proseliti, complice anche la situazione attuale che ci obbliga a passare molto tempo in casa. Sai che, secondo un recente sondaggio, il 62 per cento dei giovani ha trovato giovamento e ristoro nel coltivare piante in casa?

Un angolo di verde li ha aiutati a proteggere il loro benessere durante i vari lockdown.

Il vantaggio delle piante da appartamento è che migliorano la qualità dell’aria interna; aiutano il sistema immunitario; e, appunto, riducono lo stress (e sono meno impegnative di un animale domestico).

Se poi sono piante commestibili, come la menta, il peperoncino o lo zafferano, le puoi utilizzare per le tue ricette, cogliendole fresche fresche al momento del bisogno.

Però, please, se sei amante della natura e dell’ambiente, dimostralo evitando di comprare vasi in plastica: è vero, costano poco, ma alla fine del loro ciclo di vita inquinano per secoli. Il vaso in terra cruda, invece, che puoi realizzare in modo semplice e veloce a casa tua, viene dalla terra e alla terra può ritornare.

E se temi di non avere il pollice verde, posso tranquillizzarti: il vaso in terra cruda (qui il link per ordinarlo) ti dice lui quando innaffiare. Piano piano imparerai a riconoscere i bisogni della pianta che, alla fine, non avrà più segreti per te. 

E quella piantina sul balcone, morta perché ti sei dimenticato o non hai avuto tempo di innaffiarla, sarà solo un brutto ricordo perché la terra cruda ha il magico potere di trattenere l’umidità nelle pareti e rilasciarla quando serve.